Ripresentarsi a sé stessi, rinascite.

Forse non si dovrebbe andare a trovare una ragazza della quale si è stati innamorati, il giorno in cui stanno per tagliarle i seni. Se non altro per propria difesa. Ma io non avevo nessuna voglia di difendermi, mi ero già arreso. E così ci andai. L’ aspettai nel corridoio prima delle sale operatorie, dove li fanno sostare per qualche minuto in attesa del loro turno. Arrivò sul lettino con le ruote, sul viso aveva l’ allegria innocente della pre-anestesia, che credo dia una commozione senza consapevolezza. Aveva gli occhi lustri e io le strinsi la mano. Le restava la paura, ma ottusa dalla chimica, lo capii. Dovevo dirle qualcosa? Avrei voluto dirle: Maddalena, sono sempre stato innamorato di te, chissà perché non sono mai riuscito a dirtelo prima. Ma non si può dire una cosa del genere a una ragazza che sta entrando in una sala operatoria per un’ operazione come quella. […] volevo proprio andare dal chirurgo e dirgli di non buttarli nell’ inceneritore, quei seni, di darli a me perché li volevo conservare, e anche se dentro erano malati non me ne importava niente, perché tanto c’ è sempre una malattia dentro tutti noi, e io a quei seni gli volevo bene…

(Antonio Tabucchi, Piccoli equivoci senza importanza, 1985)

Rosso

Foto di Salinaversosud

E’ uno dei brani che preferisco. Li riporto in un periodo in cui riesco a vedermi tutta intera. I miei pezzi si avvicinano. Non sono più costretta a nascondere parti di me, perché c’ è chi le vuole tutte. Io per prima. Mi sento libera e per la prima volta dopo tanto tempo, curiosa. Mi sveglio con la curiosità di sapere che mi accadrà oggi (con tutto che mi rinchiudo in casa per preparare gli ultimi esami). Comincio ad apprezzare. A gustare singoli momenti, a prendermi il mio tempo, il mio spazio. Comincio a percepirmi. Se prima m’ avessero chiesto di descrivermi non avrei saputo che dire. Mi vedevo attraverso gli occhi degli altri, per questo ho sempre avuto paura dell’ abbandono. Ora non tornerei indietro, per nessun motivo al mondo e quando ieri una cara zia mi ha chiesto per telefono come andasse, le ho risposto: “Va sempre meglio!”

Voglio conservare tutto di me, godermi tutto. Rispettare tutto. Ho le mie valide ragioni e non necessariamente sono peggiori di quelle degli altri. Sono valide per me ed hanno diritto di esistere, in primo luogo perché sono le mie. Ogni cosa che c’ è in noi ha una sua funzione. La paura stessa ha una sua funzione, dobbiamo solo lavorare per non farne un limite. Conservo tutto, perché oggi più che mai sono fermamente convinta che nulla di noi meriti l’ inceneritore.

Advertisements

9 risposte a Ripresentarsi a sé stessi, rinascite.

  1. lucianaele ha detto:

    Condivido ogni singola parola di quello che hai scritto.
    Un abbraccione.
    Buon martedì,
    un sorriso,
    Luciana

  2. salinaversosud ha detto:

    Grazie Luciana cara, sei sempre gentile!
    Ricambio l’ abbraccio e il sorriso!

    Marianna

  3. 125ml ha detto:

    stai percorrendo una buona strada: osservarsi, interrogarsi, capirsi, accettarsi e lavorarci su.
    buon cammino : )

  4. fracatz ha detto:

    un carissimo abbraccio certificato

  5. Ciò che di sicuro non dovrebbe andare incenerito sono i ricordi! Infatti quel brano di Tabucchi mi ricordo di averlo già letto tempo fa, ma una spolveratina ogni tanto può solo fare bene.

  6. iggy ha detto:

    come darti torto? eh? eh? eh? come??
    :-*

  7. salinaversosud ha detto:

    #125ml: grazie!
    #fra’: non fare lo gnorri! Ti ricordo che anche i miei commenti un tempo erano certificati! Rivoglio il mio titolo!

    #anto: i ricordi… forse si, sai. Forse anche i peggiori. Nulla accade per caso.
    #iggy: no puede ser! 🙂

  8. gattaliquirizia ha detto:

    “Ho le mie valide ragioni e non necessariamente sono peggiori di quelle degli altri. Sono valide per me ed hanno diritto di esistere, in primo luogo perché sono le mie”

    parole che mi sono arrivate esattamente nel momento in cui erano necessarie. grazie 🙂

  9. salinaversosud ha detto:

    Mi dispiace ti siano occorse, ma sono contenta ti siano in qualche modo state utili. Gli altri possono solo ipotizzare ciò di cui hai bisogno, tu no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: