Sei aria rotonda

Christmas

foto dal web

Ok, lo ammetto, il tentativo delle foto è fallito miseramente. In compenso, tra tesi, esami e le lezioni che impartisco, sono riuscita a portare a termine un obiettivo: per la prima volta dopo anni, anni e anni, ho deciso di partecipare ad un concorso di letteratura. Sulla dicitura del concorso c’ è scritto “Internazionale”, quindi fa un certo effetto! La verità è che sono felicissima! Dovevo scegliere se partecipare nella categoria poesia e/o narrativa. Io ho scelto “Poesia” e sto! Serviva un argomento libero, ma che le raccogliesse tutte. Non ho avuto dubbi e ho chiamato la mia mini-raccolta (sono 22 pezzi): “Storia d’ una rinascita”. Così, si susseguono l’ una dopo l’ altra. Le ho fatte stampare e prima di inviare la copia, le ho ordinate secondo una logica ben precisa. Leggendole una dopo l’ altra effettivamente, disegnano un percorso. Sono contenta del lavoro che ho fatto. Questa già sa di vita. E’ tra le ultime non a caso. Torno ai miei compiti ora, nel mentre, voi  siate clementi!

Sei aria rotonda

che dal basso

poggia sulle mie reni

e solleva i miei passi.

Sei palmo che accoglie

l’ arco di luna nuova

che disegnano le mie piante,

quando sposano la terra.

Sei terra ricca

di spunto ed eccezioni

la sensualità d’ un momento

il coraggio disperato

d’ una timida speranza.

Sei la curiosità battente bandiera

sulla mia immaginazione,

sei un profumo, una città,

un’ odore, sei sapore.

(Marianna)

Advertisements

5 risposte a Sei aria rotonda

  1. gattaliquirizia ha detto:

    le tue parole hanno il profumo incredibile del libro appena comprato, e iniziato a sfogliare. che buono. mi sembra di sentirlo.
    bello questo nuovo “inizio” 🙂

  2. Mi piace! L’idea dell’aria che partendo dal basso solleva i piedi, smuove la terra e arrivando al viso si trasforma in profumo e diventa sapore. Ogni nascita/rinascita ha bisogna di una crescita e qui mi appare ben evidente! Brava!

    P.s.: Se avessi dovuto darle un titolo avrei optato per “sei la mia crescita”.

    Buona fortuna! Auguri!

  3. Alessandro ha detto:

    Sono curioso: a chi e’ dedicata questa poesia?

  4. salinaversosud ha detto:

    Alla mia Meraviglia

  5. […] la spinta e ora, quel vento che dal basso poggia sulle mie reni, sono io. La mia felicità sono io, la mia terrazza con le bouganville fucsia, un tavolino con le […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: