Eros e…porno!

 Attenzione ai bambini, seguono disegni erotici.

dal web

dal web

dal web

Sono di Francesco Hayez. Quello de Il Bacio di qualche post fa.

L’ artista, inutile dirlo, negli anni ’30 del 1800, ormai all’ apice del successo faceva scandalo.

Alternava esemplari dipinti impregnati di spirito patriottico (per curiosità: leggete pure qualche critica sul suo “Un leone e una tigre entro una gabbia con il ritratto del pittore”. E’ conservato a Milano, al Museo Poldi Pezzoli), con altri in cui dimostrava tutta la sua bravura e predisposizione nel rappresentare il nudo….e non si tratta di nudo maschile, reduce da gesta eroiche! E’ qui la novità! Parliamo del corpo della donna, senza idealizzarne le forme. Al naturale, in tutta la potenza della sua sensualità. Le sue figure erano carnali, vere, immaginabili, perché riproducevano esattamente le sue modelle. Tra i suoi lavori, gli esperti dicono che il nudo più sconvolgente rimane sicuramente la Venere che scherza con due colombe. Il committente era un conte trentino, che voleva una rappresentazione dal vero e senza veli della propria amante, Carlotta Chabert, allora definita “la più schifosa donna del volgo”. Il motivo? Era fuori da ogni canone. Reduci dal neoclassicismo, gli uomini del tempo dissero che aveva l’ aspetto di “due donne messe assieme” con “la metà sopra più scarna di quella di sotto”. Vogliamo vederla?! Ve la presento: Carlotta Chabert, una ballerina del tempo.

dal web

Il professor Carlo Mazzocca non lesina chiarezza:

Fuori di parafrasi, l’ elemento che in pubblico sconvolse, ma in segreto incantò tutti,

fu il trionfante culo, da moderna Venere Calipigia,

che sembra uscire fuori dalla superficie del quadro proprio per scandalizzarci. 

La trovo una sintesi bellissima. Oggi un quadro del genere non dice nulla di nuovo, essendo noi abituati a molto altro, però sono sicura che a molti le parole “culo trionfante” possano risultare fastidiose. Io la chiamo ipocrisia. Andiamo avanti.

Era questa, dunque, la produzione di Hayez che più fece scandalo.

E i disegni allora?! Non erano certo per il pubblico! Erano un regalo che l’ artista fece alla sua modella preferita, Carolina Zucchi, che è stata sua amante per dieci anni, dal 1820 al 1830 circa. Hayez era sposato con una donna pratica e brava amministratrice dei proventi derivanti dall’ attività di pittore del marito. Carolina, invece, era bella giovane e spregiudicata, figlia della borghesia milanese. Il pittore la conobbe in casa del padre, il ragionier Zucchi. Le immagini di cui sopra sono solo alcuni dei diciannove bozzetti che lui aveva donato alla sua amante. Sono ricomparsi circa venti anni fa, tra i discendenti della famiglia Zucchi.

In quei disegni H. ha voluto ricordare cosa succedeva nel suo atelier tra lui e la modella. Un interprete di Hayez, descrive così, il suo laboratorio:

Una stanza non troppo grande, ingombra di varii leggii sui quali posavano i quadri che stava lavorando, ignude le pareti senza la solita impannata di disegni, di carte, di abbozzi, senza che v’ abbia attelata la consueta schiera di automi, di gessi, di cui sogliono i pittori a Roma popolare la casa. Hayez, dopo qualche schizzo, senza moltiplicare gli studi, le prove, pinge alla prima i suoi quadri, indi invia a chi li allogò, senza tenerne o disegni o ricordanze: è il genio che crea, né mai si volta indietro. 

“Si tratta di schizzi dal segno veloce e sicuro, dice Mazzocca, tracciati su fragili fogli di velina da una matita sempre affilata, potremmo dire  in erezione, senza staccare mai la punta dal foglio. Fatti per regalarli all’ amante, quei disegni rivelano vera complicità tra i due, fatta di un sesso raffinato, consumato ogni volta in un modo nuovo, proprio tra le pareti segrete dell’ atelier, in letti improvvisati, due cuscini su un cassone, una tavola posata su due cassette, un materasso buttato a terra, o una poltrona, tra l’ acuto e probabilmente eccitante sentore delle vernici”.

I fogli erotici di Hayez sono un prolungamento del Bacio. Ci fanno vedere fino a dove possono spingersi quei due corpi in piedi, stretti in un abbraccio travolgente. L’ amore per la sua modella, sta nel modo in cui lui la vede nella loro intimità. Non una creatura da proteggere,   da curare, o cui stare attenti; ma una femmina perfettamente padrona di sé, che tiene in pugno la situazione con la stessa decisione del maschio, prendendo anche lei l’ iniziativa. Giuseppe Rovani, grande critico di quegli anni ne disse: “Costui può far figli anche a novant’ anni!”

In sostanza, complicità. E’ un dono dal cielo, non una sorta di duro lavoro. Se c’ è, godetevela. La passione è un atto di libertà. Concludo queste chiacchiere su percorsi alternativi a quelli che di solito si percorrono sui libri di scuola, con le parole di Carmelo Bene, perché convinta che non c’ è modo migliore di rendere omaggio a un artista, se non con il suo stesso pensiero:

« … il porno si instaura dopo la morte del desiderio: morto sacrificato eros, rimane l’aldilà del desiderio.

Quando tu fai qualcosa al di là della voglia, la voglia della voglia, questo è il porno.

È una svogliatezza. […] il porno è il manque,

è quanto non è, è quanto ha superato se stesso, è quanto non ha voglia… »

Carmelo Bene, circa la differenza tra Eros e porno.

Advertisements

9 risposte a Eros e…porno!

  1. lucianaele ha detto:

    Buon venerdì e buon fine settimana.
    Un sorriso,
    Luciana

  2. fracatz ha detto:

    da un punto di vista pornodidattico rafforzerei il Mazzocca affermando che l’artista seppe mantener la sua lucidità tra uno schizzo e l’altro
    (però non so’ se dal tratto veloce e sicuro)

  3. salinaversosud ha detto:

    Grazie Luciana, perdonatemi per il ritardo delle mie risposte, vi augurerei sempre giornate splendide e col Sole negli occhi! Sorriso ricambiato!

    Fra’, che dire?! Non fa una piega! (rido)

  4. pani ha detto:

    mah…io non sono affatto sicuro che In quei disegni Hayez abbia voluto ricordare cosa succedeva nel suo atelier tra lui e la modella. Magari erano solo sogni, desideri

  5. giosafat ha detto:

    magari era semplicemente una fantasia sessuale, non ci sono ora coppie che si fotografano o si registrano? (vedi il leggendario video di belen)

  6. salinaversosud ha detto:

    Beh è un bel regalo lo stesso, no? 🙂

    Buon we ragazzi!!!

  7. Mauro Montuori ha detto:

    Davvero interessante questo blog..

  8. salinaversosud ha detto:

    Grazie Mau, detto da te fa molto piacere!

  9. I almost never drop responses, but i did some searching and
    wound up here Eros eporno! profumodilimoni.
    And I do have a few questions for you if you usually do not mind.
    Is it simply me or does it look like some of the comments appear as if they are written
    by brain dead folks? 😛 And, if you are posting at additional sites,
    I’d like to keep up with anything fresh you have to post. Would you list of every one of your shared pages like your twitter feed, Facebook page or linkedin profile?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: