E taccio, sorridendoti la mia rassegnazione.

Tutta affaccendata
Amore mio
A ordinare quei maglioni
Infeltriti, smunti, induriti.

Ti pare gran cosa
Piegarli con cura
E giocare a sceglierli
Il giorno della festa.

Finalmente ti guarderanno
Anima mia,
e tutti ammutoliti, curiosi, pentiti
(‘ché non t’ hanno vista prima?)
S’ accoderanno silenziosi
A quelli che, già al tempo,
ti resero giustizia.

E tu amica mia
Ha già scelto
Il tuo maglione più bello.
Quello più nascosto
Quello più taciuto,
che li sorprenderai.
Tutti li sorprenderai!
Tenera gioiosa in festa,
al sol pensiero d’ esser vista.

Ma mi fermo sulla porta,
ti lascio fare sconsolato
e taccio, sorridendoti
la mia rassegnazione.

(Marianna)

Casa di bambola

Foto di Salinaversosud. Scattata nel retro di un negozio di bambole a Dublino. Una sposa, alla prova del vestito.

4 risposte a E taccio, sorridendoti la mia rassegnazione.

  1. pani scrive:

    e taccio, sorridendoti
    la mia ammirazione

  2. salinaversosud scrive:

    ..e t’ abbraccio

  3. ombreflessuose scrive:

    M’incanti…
    Bacione
    Mistral

  4. salinaversosud scrive:

    Sempre un piacere 😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: