Di menu e “blasfemie” più o meno natalizie

Non resisto! Il menu della nostra Vigilia! Mamma ha detto: niente carne! …ma non so se abbia capito esattamente il senso di questa “penitenza”. Comunque, mi sembrava carino condividerlo con voi, visto che è molto…agrumato e poi mi piacciono le cucine in fermento, il momento in cui bisogna scegliere i piatti per la tavola, le portate, mi piace preparare la pasta fresca con anticipo, e tutte le altre cose da fare, mi piace! Non capirò mai chi si lamenta perché “Oddio è arrivato il Natale! Che co***oni! Tutta quella gente! Tutto quel da fare! ‘na tragedia!”  No. Proprio no! Sono poco comprensiva con le lamentele! Quindi come potrei non essere entusiasta anche solo di un menu? A voi! Copio e scappo! Buona Vigilia, meraviglie! 

 

Antipasto

Insalata di mare con polpi, seppie e gamberoni

Alici marinate con limone e arancio

Melanzane grigliate

Ostriche al gratin

Primo piatto

Gnocchetti  fatti in casa e senza patate

con sauté di cozze, vongole e scampi.

Secondo piatto

Orata alla piastra con salsa di limone

Spigola al cartoccio con rosmarino e olio evo

Contorno

Insalatina di finocchi e arance

Patate arrosto con sale grosso e rosmarino

Frutta e dolce

Spiedini di frutta

Presepio in panettone*

*gentilmente concesso da un paziente di mia sorella.

Advertisements

9 risposte a Di menu e “blasfemie” più o meno natalizie

  1. massimobotturi ha detto:

    anche da noi riunione classica, fiume, di famiglia
    ma con un menù molto più semplice
    “Gnocco fritto e salumi”
    ‘na cosa leggerina insomma, per combattere il freddo

    🙂

  2. buonaventurablog ha detto:

    Dunque… antipasto di insalata russa, insalata di rinforzo ( http://it.wikipedia.org/wiki/Insalata_di_rinforzo ) e cocktail di gamberetti in salsa rosa. Come primo piatto: linguine con frutti di mare (vongole, telline, lupini, cozze, spernocchie e fasolari). Secondo piatto: baccalà all’insalata, baccalà fritto, frittura di paranza, gamberoni flambè al brandy, orata al forno (nelle tavole napoletane non manca mai neanche il capitone o l’anguilla fritti, ma a noi non piacciono). Contorno: broccoli di Natale e scarola stufata. Frutta secca (noci, arachidi, pistacchi, castagne, noccioline), frutta fresca (solitamente clementine e mandarini), e infine dolci: panettone, pandoro, fichi secchi ricoperti di cioccolato, roccocò, raffaioli, pasta di mandorle, pasta reale e STRUFFOLI.
    A seguire, un abbondante cucchiaio di Maalox!!! 😀
    Evviva!
    E buon Natale a te, cara! 🙂

  3. pani ha detto:

    una meraviglia di menù.
    Però…uhm…non hai indicato il vino.

  4. giosafat ha detto:

    Ma che bontà!! Stasera a casa mia ci diamo dentro di baccalà e cardi fritti in pastella. La pasta fresca domani… adoro le feste!!
    Tanti cari auguri

  5. salinaversosud ha detto:

    Mai assaggiati i cardi fritti! Quest’ anno mi sono mancate tanto le frittelle con l’ uva passa!

  6. salinaversosud ha detto:

    Non è un caso: non sono molto brava con il vino…ma sto imparando!

  7. salinaversosud ha detto:

    Sembra uno di quegli spettacolari banchetti, tanto bene descritti da Petronio! Quanta meraviglia!

  8. giosafat ha detto:

    ahah, le frittelle invece mancano a me. L’Italia è proprio un mondo di mondi, 150 anni non sono bastati, ma almeno in questo caso per fortuna!
    ancora Buon Natale!

  9. salinaversosud ha detto:

    “un mondo di mondi”, mi piace!
    A te gio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: