Da oggi profumo così.

Voglio rendervi partecipi di una scelta per molti sciocca e frivola, per me molto importante. Il mio blog si chiama profumodilimoni e non credo che tutti sanno il perché.  L’ idea del nome è nata dall’odore di un uomo. E’ la persona con la quale più di tutte mi sono messa in gioco, quella che mi ha fatto venire il dubbio se fossi davvero felice. La persona grazie alla quale ho cominciato a provare la strana sensazione, di star costruendo una casa sulla sabbia. E’ la stessa persona alla quale ho dedicato gran parte delle poesie, della speranza, dell’ attesa, della rabbia e infine della tristezza, che leggete qui. Ovunque andassi, cercavo il suo profumo. L’ ho fatto anche a Vienna, la prima volta che sono andata. Sono entrata in una splendida enorme profumeria di Innere Stadt ed ho subito visto la collezione Hermès all’entrata. Letteralmente servita su un vassoio d’ argento. Ho cercato il verde smeraldo di quella bottiglietta e annusato quella fragranza, nella stupida speranza di riavere indietro qualcosa, che neanche volevo più.

Bene, oggi ho scelto il mio, di profumo. Era un po’ che ci pensavo. Ne volevo uno che mi somigliasse. Non un qualsiasi  profumo femminil-griffato-dolciastro. Non volevo più un profumo fresco, limonoso, che ricordasse il suo. Volevo il mio. Lo volevo speziato, rotondo, sensuale e di carattere in fondo. Una sorpresa per pochi. Un profumo completo. Così ho preso una decisione e mi sono totalmente immersa negli scintillanti scaffali della profumeria.

Il primo che provo: Bottega Veneta. Il secondo: Elie Saab. Poi ancora: Roma, L. Biagiotti; Il bouquet alla fresia e poi quello alla mimosa di Guerlain; Cartier, Chloé, e altri, tanti altri. Mi bruciavano le narici. Man mano che sceglievo buttavo i cartoncini di quelli che proprio non mi convincevano. Poi torno indietro, riprendo quella boccetta, annuso e sorrido. (Sorrido davvero). E’ questo. Da oggi profumo così:

Da oggi profumo così.

Pensata dal designer libanese sublimatore della bellezza femminile Elie Saab e creata da Francis Kurkdjian, Le Parfum è pura seduzione olfattiva.

Il motto della nuova Eau de Toilette è “luce d’Oriente e modernità d’Occidente”, dualità che si esprime attraverso un profumo avvolgente e fascinoso che rapisce i sensi ogni volta che lo si indossa.

Come un’abito di Elie Saab, infatti, Le Parfumsi vaporizza in una scia sottile, ma intensa, morbida e fluttuante. Ma entriamo nel vivo di Le Parfum e scopriamo quali sono le note e il segreto di questa fragranza iper femminile.

Appena si spruzza sulla pelle Le Parfum di Elie Saab si è subito avvolti dalla freschezza dei fiori di mandarino, frizzanti e delicati trasmettono subito una sensazione di allegria e brio estivo.

Dopo qualche minuto il profumo si fonde perfettamente alla pelle ed emerge il cuore di Le Parfum, fiori d’arancio e gardenia. Ma si viene totalmente rapiti dal nuovo Eau de Toilette solo quando anche le note di cuore, vetiver e miele di rosa, si accordano in una sintonia sensuale e seducente. (Fonte: beautyidea.it )

Dal sito elieesaab.com:

Composto come un’ ode alla luce, ELIE SAAB Le Parfum celebra su un tema floreale boisé, lo splendore e la luce di una femminilità raggiante.

Nelle note di testa, il fiore d’ arancio irradia per un’ impronta solare e luminosa.

L’ assoluta del gelsomino disegna un cuore voluttuoso ed elegante in cui il mitico fiore della profumeria si associa a un tocco di patchouli, puro e moderno.

L’ accordo legnoso di cedro conferisce carattere e scia, mentre il miele di rosa firma la composizione con una nota irresistibile

6 risposte a Da oggi profumo così.

  1. buonaventura scrive:

    Dev’essere un gran bel profumo! Mi intrigano molto il gelsomino e il legno di cedro.
    Sicuramente un profumo con una forte personalità…

  2. salinaversosud scrive:

    Mi piace proprio tanto. Adoro l’ impatto fresco dei fiori chiari e della frutta e la sorpresa legnosa e orientale nelle note di fondo.

  3. pani scrive:

    e come facciamo a sentirlo? Voglio dire, il profumo di limoni posso provarlo (ne ho appena spremuto uno) ma per sentire questo devo per forza entrare in una profumeria!
    Dosalo con parsimonia, una donna non deve profumare troppo: deve attrarre, non respingere

  4. fracatz scrive:

    ma che te hanno sponsorizzato er blogghe?
    Niente da fare, qui si veniva per quella ventata di freschezza dei limoni senza sapere a chi appartenessero
    eau de toilette però (ed è pure troppo)

  5. salinaversosud scrive:

    😀 no,no. Le pubblicità e tutti quei banner, mi rovinano l’ estetica del blog!

    Vorresti dire che ora non passi più?!

  6. salinaversosud scrive:

    Pani, a me non piace il troppo. La seduzione è l’ arte del sottrarre (neanche troppo, anche qui!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: