Devi troppo vivere…

Questa qua è per te…

E` per te che lo sai
di chi sto parlando dai
e ti piacerà un minuto
e poi te ne scorderai.

Stockholm2013, by Rob

Perché sei
viva viva cosi come sei
quanta vita mi hai passato
e non la chiedi indietro mai

Piano-b Exclusive club, estate 2012.

e sei viva viva per quella che sei
sempre pronta, sempre ingorda
sempre solo come vuoi….

O’neill Pub, Dublin May 2012

Questa qua e` per te che non
ti puoi spegnere non hai mai
avuto tempo devi troppo vivere

Bologna. Aprile 2012

è per te questa qua per la tua
golosità ti strofini contro il
mondo tanto il mondo non

ti avrà

Perché sei
viva viva cosi come sei
quanta vita hai contagiato
quanta vita brucerai

Casa della mia amica. Luglio 2012

che sei viva viva per quella che sei
niente rate, niente sconti
solo viva come vuoi….

Festa, Novembre 2012

Questa qua e` per te e non e` niente facile
dire quello che non riesco
mentre tu vuoi ridere

Scherzo ad un amico. Occhiali in ostaggio. Ottobre 2012.

Perché sei
viva viva cosi come sei
quanta vita mi hai passato
e non la chiedi indietro mai

Wien, prima delle due volte. Fine nov 2012.

perché sei
viva viva per quella che sei
sempre pronta sempre ingorda
sempre viva come vuoi….

Ponza, estate 2012

Questa qua e` per te
che sai sempre scegliere
e io invece non ho scelta
te la devo scrivere.

Ferragosto 2012. Ballare scalzi in giardino e riposarsi stanchi. E brilli. (Ph. Pietro Stampeggioni)

5 risposte a Devi troppo vivere…

  1. ancorase scrive:

    Se la metti in piazza “questa qua” non è solo per quel “te”, ma è per tutti quelli che passano. Potrebbe essere dispersione… ma forse è qualcos’altro.

  2. 125ml scrive:

    Le due foto di Stoccolma vestono di malinconia le precedenti, ma forse più che empatia è uno stato della mente tutto mio…non saprei…
    P.s. Stoccolma è fantastica

  3. salinaversosud scrive:

    Il viaggio a Stoccolma è spirituale.
    E’ abitudine alla diversità.
    Vicoli malinconici alle sei di sera,
    quando i negozi già chiudono.
    E’ substrato di vita,
    dalle undici in poi,
    quando i ragazzi cercano lo sballo,
    nella città elegante.
    Forse non è niente di diverso
    da quello che accade qui,
    Forse ero io,
    perché se da un lato le esperienze
    segnano la crescita,
    dall’altro ti raccontano del tempo che passa.
    Di com’eri prima
    e di come alcune cose che ti piacevano
    se ne sono andate,
    per lasciar posto ad altre.
    Tutto molto bello,
    se sai che a casa ti aspetta il mare,
    la tua famiglia,
    e il sole di Roma.

  4. pani scrive:

    il viso ingrugnito delle prime foto era preoccupante. Per fortuna che poi si è tramutato nel tuo sorriso, marchio di fabbrica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: