Fortunata me

E’ il periodo dei ritorni.
In qualche modo, le persone che si sono allontanate da me, stanno tornando.
La futura moglie del mio ex storico (quello che a Settembre 2011 mi lascia con un sms dopo otto anni, perché c’era lei…lei, che undici mesi dopo decide di sposare) incontra una mia amica sul treno e le dice che le hanno parlato tanto bene di me e che vuole conoscermi. “Facciamo così, usciamo tutte insieme e non glielo diciamo chi sono, così magari finiamo per diventare amiche”. Ma anche no. Resta lì, bella. Noi abbiamo scelto di chiudere in modo netto e tu vuoi uscire con me, camuffandoti? Pensavo la pazzia della gente a questi livelli, fosse presidio di Beautiful.
Compare dopo tanti mesi di silenzio, la persona a cui inizialmente è stato dedicato questo blog…e lo fa senza sapere, né io, né lui, cosa volesse da me. Però il 24 Aprile 2012 mi ero fatta una promessa: se mi avesse lasciato andare quel giorno, io avrei chiuso allora e per sempre. E così è stato. Per strada incontro anche la mia amica storica, quella che scompariva per mesi, additandomi di essere troppo appiccicosa. Aveva 21 anni quando andai da lei in negozio per chiederle se mai avessi fatto qualcosa che l’aveva offesa. Un atteggiamento terribilmente scostante e scocciato e qualche parola: “Ora c’è Marcello, c’è la band e io non ho tempo per la nostra amicizia”. Noi donne non siamo così diverse dai maschietti che corrono dietro a peli di fOca: ci basta un pisello, per andare in pazzia. Così, tornavo in macchina piangendo come una stupida, ma mi serviva: non riesco mai a chiudere, senza la consapevolezza di averle provate tutte. E con loro io, le ho provate proprio tutte, tutte! Quindi, questo periodo è così: ritornano persone che mi hanno messa da parte in ogni modo possibile e che hanno inventato i draghi, per allontanarsi da me. Ora, me lo spiegate che dovrei farci io con loro? Il brodo.
E’ il periodo dei ritorni, anche quelli belli, degli amici con cui sei cresciuta da bambina, al paese di tua mamma.
La mia prima vera, indimenticabile, amica del cuore. Quella con cui avevamo iniziato una fitta corrispondenza, quando le lettere ancora erano di carta e il nostro cuore batteva per Nick Carter dei Backstreet Boys. Poi un bambino, ormai diventato un uomo realizzato, sull’onda del suo sogno. Un sogno incredibilmente ambizioso e incredibilmente riuscito. Ti parla come non t’aveva parlato mai e tu devi resettare le coordinate del linguaggio e quelle del pensiero. Ritrovarli è stato come ripresentarsi. Sono nella mia vita, ora (più o meno) come allora e sono felice, perché loro sono la forza nuova che mi ci voleva in questo periodo così tranquillo e pacioso.
Sono contenta del mio team di Meraviglie. Credo di avere la fortuna di poter condividere la mia vita, con persone che gli altri possano solo sognare. E non penso solo a loro, ma anche a chi sempre c’è stato e sempre ci sarà.

Annunci

2 Responses to Fortunata me

  1. elisewin03 ha detto:

    E’ proprio vero, la vita è un cerchio. E a volte ritornano.
    Sta a noi, alla nostra dignità, decidere chi lasciare andare. 🙂

  2. elenuccia ha detto:

    Provarle tutte è una cosa in cui mi ci ritrovo… ah, quella sensazione in cui ci provi ci provi in mille modi e solo quando il mille e uno non funziona, allora rinunci e tanti saluti. E solo allora riesci a resistere e a non tornare sui tuoi passi… brava!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: