Ho laureato!!!

Al principio, un verso: “Good times for a change…” e lo dedico a mia sorella il mio cambiamento.

Alla fine, ma solo per questioni di lay-out, loro: il mio esercito di Meraviglie. Grazie a chi c’è stato e a chi c’è ancora.

Ci sono due modi di fare il proprio lavoro: fare il minimo sindacale; oppure portarlo avanti con dedizione e passione. Allora grazie al Prof. Gennaro Sangiuliano e alle sue lezioni di Comunicazione Finanziaria, che tanto m’hanno fatto innamorare di questa materia; grazie alla fiducia accordatami, alla sua professionalità e a quella reperibilità, ch’ io pensavo presidio dei soli medici.
Grazie alle persone che ho conosciuto proprio qui in questa facoltà e che a diverso titolo, hanno reso il mio percorso meno arduo. Grazie al Prof. Giuseppe Burgio: ero una ragazzina uscita dal liceo classico, fermamente convinta che la statistica le fosse preclusa, quando lui mi insegnò che l’analisi inferenziale è solo un altro modo di chiamare la Teoria delle Idee di Platone e che la statistica e la filosofia, a ben vedere, si parlano. Grazie a tutti i professori, che come lui c’hanno messo l’anima in quello che mi hanno insegnato, scostandosi il più possibile da quel minimo sindacale, cui tempi e riforme spesso costringono.
Grazie ai miei compagni di studi, a Myriam Palombi, ad Alex Zlatea e a Lorenzo Aceti: amici e persone il cui contributo è stato prezioso per la serena riuscita di questo percorso.
Però questo lavoro è per mia sorella, che da quando mi ha trovata, non m’ha lasciata più. A lei, che è la cosa più autentica della mia vita, ai suoi abbracci, ai suoi “Dai, Cia’…c’hai provato!” e grazie ai quali io ho continuato a provarci.
Ai miei genitori, sempre così buoni e saldi, con una figlia che non ha mai smesso di farli preoccupare. Grazie di essere la mia famiglia: le cose più belle che so le ho imparate da voi.
E oggi il pensiero va anche ai miei medici e a tutte quelle persone, che da quel Dicembre 2009, hanno cominciato a lavorare come formichine per la mia salute. Grazie uno la volta a tutti e a chi quel giorno in ambulatorio, teneva la sua mano sul mio ginocchio, mentre io ero troppo sciocca, per ammettere di avere paura; e sono viva oggi, viva più che mai.
Dottoressa Gianna, ce l’abbiamo fatta!
Alla mia famiglia: nord, sud centro e isole e a zio Mario e a zia Carmen, che non gliel’ho mai detto, ma sono stati il prolungamento dei nostri genitori, per tutti questi anni.
E poi loro, il mio pezzo di cuore, le mie “amiche rare”, di quelle che ti spingono con l’indice, quando tu non sai se restare ferma, o provare a volare: Sara De Luca, Francesca Borgia, Giusy Montioni. Grazie!
E la mia vita non sarebbe così ricca, senza le mie anime affini: Paola Myriam Poulain, Antonella Rizzo, Francesca Enna. Grazie di essere quello che vorrei diventare da grande: una donna soldato, con un fiore tra i capelli.
Agli amici del Gruppo del Supporto Visivo e alle serate insieme a chiacchierare seduti attorno a un tavolo, senza annoiarci mai.
A Sara per essere la donna propositiva ed energica che è e per avermi coinvolto in avventurosi viaggi in giro per l’Europa. Chi l’avrebbe mai detto che un giorno avrei viaggiato tanto?
Ai miei amici storici, a Ketty, a Laura ed Alexis, a Maurizio e Graziella, che nonostante il tempo, non mancano mai di farmi sentire la loro vicinanza e a Carin, sempre così cara per me.
Agli amici del Piano-B e a quelli che a diverso titolo hanno arricchito le mie giornate.
Ai miei corsisti, che m’hanno insegnato quello che vorrei fare da grande. Siete stati splendidi, mi avete reso immensamente orgogliosa di voi.
Un pensiero, infine, a Nicola e alla sua Celestina, che m’hanno insinuato il dubbio e m’hanno spinto a cercare nuovi occhi, con cui guardare il mondo.
Grazie alla vita, che mi ha dato tanto…e a me, che l’ho fatta entrare!

Grazie alla vita che mi ha dato tanto
nell’alto cielo lo sfondo stellato
e in mezzo alla folla l’uomo che io amo
mi ha dato l’udito che in tutto il suo raggio
sente la voce dolce del mio bene amato …
mi ha dato il suono e il vocabolario
con lui le parole che penso e declamo
e la via dell’anima di chi sto amando
mi ha dato i piedi che sto trascinando
con loro ho guardato cittadine
e fango laghi neve deserti monti e mare caldo
e casa tua il tuo vicolo la strada e il parco
mi ha dato il cuore che agita il suo passo
quando vedo in fondo al tuo sguardo chiaro
mi ha dato il sorriso e mi ha dato il pianto
così io distinguo bacio da cuore infranto
e il canto di tutti che è il mio stesso canto
(Violeta Parra)

4 risposte a Ho laureato!!!

  1. Alessandro scrive:

    Che belle parole! Sai invidio, bonariamente, coloro che citi nel tuo post sono persone fortunate ad avere te accanto. Complimenti a te Marianna e in bocca al lupo e buona vita, sempre!

  2. pani scrive:

    e brava! Complimentoni.

  3. 125ml scrive:

    Complimenti Dottora!!!

  4. salinaversosud scrive:

    Ale…quanto mi piace quello che hai detto.

    Pani grazieee!! Grazie 125ml!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: