“Haiku” a chi?!

Ho ricevuto l’invito a partecipare ad un altro concorso di scrittura, così mi sono cimentata.

Stavolta si trattava di inviare alla casa editrice quattro Haiku. E’ stata la mia prima esperienza con questa particolare struttura e ho dovuto studiare un po’, prima di mettere la penna sul foglio. Ho inviato il mio lavoro un paio di giorni fa e siccome per me è stata una cosa totalmente nuova e prima sconosciuta, ho deciso di condividere con voi quello che ho imparato.

Gli Haiku sono dei componimenti tipici della cultura letteraria giapponese. Formati da tre versi, se puri, questi constano rispettivamente di 5, 7 e 5 sillabe. Di solito nel primo verso c’è il tema principale e negli altri due lo sviluppo del tema, ma è anche possibile trattare due temi contrastanti, o concordanti nello stesso componimento. I temi cardine della poesia giapponese, sono poi un po’ il leit motive di questa complessa cultura:

  • Sabi: il distacco, il raccoglimento in solitudine, la contemplazione senza tristezza
  • Wabi: lo stupore e la meraviglia, l’imprevisto che risveglia dalla malinconia
  • Mono no aware: il rimpianto e la nostalgia, la consapevolezza del tempo che passa
  • Yugen: il mistero, quello che la mente non comprende davanti al fascino inspiegabile delle cose

Altro elemento tipico degli haiku è il Kigo: il riferimento stagionale. Questo può essere un mese, un frutto, dei campi di grano, delle foglie appassite, la neve, un animale; l’importante è che si capisca in che periodo dell’anno siamo. Io ad esempio ho usato il glicine, il profumo di rose in un altro, l’arancio del sole su campi di grano.  Non è obbligatorio che ci sia, però lo troverete di frequente. Invece è elemento mprescindibile di un buon haiku il Kireji: ossia una cesura, un rovesciamento che può essere o meno indicato da un trattino, una virgola, un punto, ecc. Il kireji ha la funzione di segnalare al lettore un ribaltamento concettuale, un capovolgimento di significato che può avvenire ad esempio tra il primo e i due versi seguenti, oppure in qualsiasi altra posizione. Tale rovesciamento semantico è spesso indice della riuscita di un haiku, sottointendendo la complessità del sentire poetico e realizzando un salto dell’immaginazione tra concetti e immagini apparentemente distanti.

Vi lascio qualche haiku famoso, così potrete rendervi conto. Tenete presente che essendo tradotti e non in lingua originale, probabile che saltino le regole stilistiche. Spero questa finestra letteraria vi sia piaciuta. A domani con il post sulle vostre canzoni d’amore, miei preziosi vicini di blog!

La luna nuova.
Lei pure la guarda
da un’altra porta.
(Jorge Luis Borges)

Il tetto si é bruciato
Ora
posso vedere la luna
(Masahide)

Ad ogni cancello
la primavera comincia
dal fango sui sandali.
(Kobayashi Issa)
Oggi non ride
il mandorlo dell’orto.
E’ il tuo ricordo.
(Jorge Luis Borges)
Spiaggia alla bassa marea:
tutto ciò che prendo
è vivo.
(Chiyo-jo)

7 risposte a “Haiku” a chi?!

  1. Michele scrive:

    ho sempre apprezzato gli haiku, un profondo condensato di emozione

  2. salinaversosud scrive:

    Infatti mi hanno spiegato che scrivere un buon haiku richiede concentrazione e capacità di sintesi….al ché, sono corsa a cercare “sintesi” sul vocabolario!

  3. Michele scrive:

    ahahha ricordo che ne provai a scrivere alcuni anni fa, ma non mi pareva con grande successo😉

  4. salinaversosud scrive:

    Sbagliato! Sempre mettersi alla prova! Noi siamo sempre delle frane a valutarci. Il prossimo anno ti mando per tempo il bando del concorso!

  5. Michele scrive:

    ahahah ok, io provo tutto, sempre😉
    ma decisamente riesco come in prosa che poesia (comipoesie a parte)

  6. salinaversosud scrive:

    Va bene! Allora ti coinvolgerò!

  7. Michele scrive:

    ok ci sto🙂
    quando vuoi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: