Erano solo quattro farfalle

Sono giorni pieni di cose bellissime.

Avevo pensato di fare il tatuaggio dopo la laurea. Ma non me la sentivo e ho preferito aspettare.

In fondo c’era ancora qualcosa da sistemare e non volevo associarlo ad un equilibrio, tutto sommato ancora in divenire.

Invece arrivano i giorni in cui ti accorgi che sai benissimo tirarti fuori dal pantano da sola.

Quel famoso zainetto con tutto l’occorrente, che se scoppiasse il mondo, tu resti in piedi, ce l’ho.

Quella corda cui aggrapparti, se qualcosa si rompe, o cade. Ce l’ho.

E quando racconto qualcosa di brutto, ora, finisce sempre con qualcosa di tremendamente bello:

la consapevolezza di saper mettere in atto tutta una serie di comportamenti concreti e reali per uscirne.

E non so se abbiate presente la gioia che porta una considerazione del genere.

Due anni fa, quando esprimevo un desiderio chiedevo sempre: “felicità” per me e per i miei cari.

Poi è diventato “libertà”. Poi, ultimamente: “autonomia”.

Ce l’ho. Autonoma. Quindi libera. Quindi felice.

Ah, il tatuaggio per chi non lo sapesse è questo:

Foto di Salinaversosud

L’ho disegnato io. Ovviamente da togliere la scritta work in progress e quella specie di rondinelle. L’idea è questa. Mi piacerebbe sul costato, gabbia toracica, lato cuore. E neanche questo è un caso. E comunque sono indecisa su due cose. Prima di tutto sullo stile: mi piacerebbe disegnarlo come lo avesse disegnato un bambino. Un bambino che finalmente libera l’uccellino dalla gabbia…ma non vorrei sembrasse un tatuaggio fatto in carcere 😀 Poi la seconda cosa su cui sono indecisa sono le farfalle: pensavo di liberare quattro farfalle, invece di un uccellino.

Ah, anche oggi vi beccate l’ on-air (per il quale, prevedo, perderò molti follower): Il peso della valigia, Luciano Ligabue.

Hai fatto tutta quella strada per arrivare fin qui
e ti è toccato partire bambina
con una piccola valigia di cartone
che hai cominciato a riempire

due foglie di quella radura che non c’era già più
rossetti finti ed un astuccio di gemme
e la valigia ha cominciato a pesare
dovevi ancora partire

e gli occhi han preso il colore del cielo
a furia di guardarlo
e con quegli occhi ciò che vedevi
nessuno può saperlo

e sole pioggia neve tempesta
sulla valigia e nella tua testa
e gambe per andare
e bocca per baciare

Hai fatto tutta quella strada per arrivare fin qui
e ad ogni sosta c’era sempre qualcuno
e quasi sempre tu hai provato a parlare
ma non sentiva nessuno

e ti sei data ti sei presa qualche cosa chissà
ma le parole che ti sono avanzate
sono finite tutte nella valigia
e li ci sono restate

e le tue gambe andavano sempre
sono sempre più adagio
e le tue braccia reggevano a stento
il peso della valigia

e sole pioggia neve tempesta
sulla valigia e nella tua testa
e gambe per andare
e bocca per baciare

sole pioggia neve tempesta
sui tuoi capelli su quello che hai visto
e braccia per tenere e fianchi per ballare

Hai fatto tutta quella strada per arrivare fin qui
ma adesso forse ti puoi riposare
un bagno caldo e qualcosa di fresco
da bere e da mangiare

ti apro io la valigia mentre tu resti li
e piano piano ti faccio vedere
c’erano solo quattro farfalle
un po’ più dure a morire…

Advertisements

2 risposte a Erano solo quattro farfalle

  1. elenuccia ha detto:

    Bel disegno e concordo sullo stile.
    Anch io da piccola chiedevo felicità. .. oggi invece chiedo pazienza x riuscire a sopportare ciò che nn mi rende felice. .. cm si cambia eh?

  2. salinaversosud ha detto:

    E dovrà cambiare ancora Ele!
    Nell’attesa ti abbraccio forte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: