“Open up your eyes: what do you feel?”

Non vi sto abbandonando, né sto mandando alla deriva la mia adorata creatura. E’ che sono settimane intensissime, week end compresi. La società sta prendendo forma: pare abbiamo trovato pure la nostra sede. La fantastica regista e fondatrice di una scuola di teatro per la quale ho redatto il monologo che abbiamo iscritto ad un concorso, mi ha proposto un altro lavoro insieme: un’opera teatrale da mettere in scena a inizi estate. Si tratta de l mio primo lavoro pagato da autrice! Ho aspettato un po’ a dirvelo, ma sapete che a me non fomenta tanto l’idea dell’ammontare, quanto il fatto che qualcuno pagherebbe per leggere quello che scrivo. Poi, sono appena tornata da una mattinata a Roma con papà: l’ho accompagnato a fare un’ ecografia alla tiroide, perché dalle ultime analisi sono risultati valori anomali. Ora, pensare di essere lì per un’ecografia e sentire che invece volevano fargli un agoaspirato, capirete è stato per me un flashback. La prima volta che andai da sola all’ospedale di Tor Vergata, per un controllo senologico a fronte di un’ecografia non molto chiara, mi sono sentita dire: “bisturi”, “agoaspirato”, “tru-cut” (E’ il tipo di agoaspirato che hanno fatto a me, o quantomeno ha lo stesso scopo. E’ una tecnica molto usata negli USA, per prelevare porzioni tubolari di tessuto, con un ago che viene sparato in profondità e si ritira, asportando tessuto. E’ anche chiamato “ago a scatto”). Comunque, un sacco di parole nuove e in sostanza: spavento! Potete immaginare come mi sia sentita quando stavolta a sorpresa sarebbe toccato a papà e sotto i miei occhi. Comunque. Niente paura (e forse avrei dovuto premetterlo, senza farvi spaventare troppo…chiedo scusa!) Papà sta bene: hanno guardato meglio e non sembra esserci nessuna neoplasia, quanto invece, un’infiammazione. Per lo spavento fa niente, l’importante è il risultato: sano! Altri impegni. Vi dicevo dei week end pieni: ecco, quest’ultimo io e i miei CoWorkers ci siamo cimentati in una maratona di 36 ore indetta dal Cleanweb. Stancante, ma tremendamente soddisfacente. Abbiamo ricevuto complimenti come il miglior team da personalità importanti e ci siamo testati forse veramente per la prima volta: funzioniamo e alla grande! Siamo tanto felici! E’ un periodo pieno di cose, ci sono altre due novità ancora di cui non posso parlarvi, perché se ne parla, per una in primavera e per l’altra da questa estate…in poi! E a proposito di estate: quest’anno mi sa che mi ha convinta la Grecia. Ultimi dieci giorni di Agosto. Quindi preparatevi per altri reportage! Vi chiedo ancora scusa per questa assenza, non mi abbandonate e ditemi piuttosto come sta cominciando per voi questo 2014!

On air: L’energia di Bob Sinclair, con la sua World, hold on!
Decisamente voglia d’estate!

 

2 risposte a “Open up your eyes: what do you feel?”

  1. bisco scrive:

    Complimenti! Per tutto, sopratutto per il papa’🙂

    a me come va? diciamo che ho fatto un colloquio per un’importante azienda e se tutto va bene mi trasferisco nella capitale… magari e’ l’occasione per vedersi🙂

    bacini❤

    PS: hai piu' letto quella cosa?

  2. dammicinqueminuti scrive:

    Ciao!

    Ti ho nominato per il Liebster Award, premio per blog che hanno meno di 200 followers!
    Trovi la nomination qui: http://dammicinqueminuti.wordpress.com/2014/01/24/liebster-award-conosci-e-diffondi-nuovi-blog/

    -Dammi cinque minuti Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: