Di Caffeina, di amici e del Profumo dei Limoni in giro per il mondo

Mi rendo conto che la mia idea di viaggio ha molto più a che fare con la lentezza e il gusto di una passeggiata tra i vicoli, con il mercato locale, il formaggio e gli assaggini sul banco. Ha a che fare con le mattine presto ad esplorare le facciate delle case e le scalette, sfiorando gli abitanti mentre gli altri ancora dormono. Ha a che fare con un pranzo al sacco, con una giornata al mare, o passata ad esplorare. Con un aperitivo in terrazza, mentre prepari la cena o ti prepari per uscire. Ha a che fare con la spiritualità. Mi viene sempre in mente una citazione da Bruno Mars: “Swimming in your world is something spiritual”. Ed è così. Ci vuole pazienza per viaggiare con me. Faccio foto e mi soffermo sui particolari. Su un punto di vista. Una curva. Un messaggio. (Guardate i reportage su Berlino, o Barcellona). Il mio viaggio ha a che fare con una cena in un buon ristorante di pesce, o nella pizzeria migliore della città. Ha a che fare con il recuperare un’intimità che per un motivo o l’altro la vita di tutti i giorni ci toglie. Il mio viaggio è qualcosa che non avevo mai mangiato, è la preparazione, lo studio, la scoperta prima di partire. Il mio viaggio è ricerca, occhi spalancati dal finestrino di un aereo, musica nelle orecchie mentre la macchina mangia la strada e gli alberi ti corrono affianco. Inizia dalla scelta di una playlist. Dall’innamoramento con la musica del posto. Con Stoccolma ho approfondito i Royksopp (Norvegia), Likke Li (Svezia), Bjork (Islanda) e me li sono portati dietro. Con Vienna il mio amore per Klimt e per un designer di gioielli: FreyWille. Ho deciso che mi sarei regalata un anello in smalti, come segno del mio amore per me. Da Ponza mi riporto le canzoni ascoltate dalla terrazza e che “Il Melograno” mandava tutte le sere all’ora dell’aperitivo. Riecheggiavano tra le montagne e io me le gustavo a piedi scalzi, tra colonne in calce bianca e bouganville. Ancora prima c’è stata Dublino e per le strade colorate la sua musica, che i passanti ballano, invece di ignorare. Le porte colorate, i parchi e Temple Bar alla sera. Eternamente grata per avermi coinvolta in quel viaggio. Da lì c’è stata la mia adorata Napoli, che mi manca come pochi e da cui ho imparato l’amore per le cose buone, ho imparato che Chiaia è una meraviglia e che è una città ricca, viva, purtroppo vittima di un ingiusto passaparola. Le persone sono educate, cordiali, buone. E Bologna la colta?! Ché colta lo è davvero. A partire dal cibo. Ho avuto la fortuna di mangiare i tortellini all’ Osteria di Broccaindosso e di perdermi tra i suoi bellissimi chiostri e battisteri. Un buon vino bianco sotto i porticati e un brindisi a una vita tutta nuova, da affrontare da sola. Barcellona e la mia idea personale. Berlino e il suo mood elegante, innovativo e nostalgico. Mi ero promessa di regalarmi il mondo e così è stato e sarà per sempre. Per questa estate ho in mente un viaggio con mia sorella prima di tutto e uno con gli amici (anche se il mio sogno è quello di coinvolgere anche Gab, la mia Giusy, Lorenzo e Marco…prima o poi ci riusciremo. Abbiamo la vita davanti!) E infine, mi piacerebbe riproporre una cena in hotel con terrazza sull’Acropoli di Atene alla mia bellissima poetessa e sorella di vita: Antonella Rizzo. Come vedete i miei viaggi cominciano da un sogno, ma poi si fanno progetti e poi realtà. Oggi è primo Marzo e io aderisco all’iniziativa di Caffeina: compro un libro. E’ una scusa in più per farmi un regalo e non ho dubbi: una guida per la Grecia e le sue isole dalla mia libraia di fiducia.

Godetevi questa splendida musica e questo reportage da mozzare il fiato.
Gabin, “La maison”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: