*LIEBSTER AWARD*

Il nostro primo premio, limoncelliiiiii!!!
Ora vi spiego! Una certa: http://nunziatullio.wordpress.com/ ci ha ritenuti degni di rientrare in questo simpatico riconoscimento e noi possiamo tirarci indietro?! Nooooo!

Ecco le regole:

– nominare e ringraziare, nel post, il/la blogger che ci ha candidati
– rispondere alle domande poste dal/dalla blogger
– nominare 10 blog con meno di 200 followers
– rivolgere a loro 10 domande a nostra scelta
– comunicare la candidatura nei rispettivi blog

Cominciamo rispondendo alle domande che Nunzia Tullio (andate sul suo blog a sbirciare: è una pittrice!) ha preparato:

1- Cosa ti ha spinto ad aprire il blog? I sentimenti. Parte sempre tutto da lì nella mia vita. In questo fortunato caso, un uomo il cui profumo sapeva di limoni. Letteralmente.

2- Alzati, guarda fuori dalla finestra e dimmi cosa vedi. Una camelia rigogliosa ed altissima, delle pareti giallo limone contro il cielo azzurro, un giardino con un albero di pero, uno di limoni e una palma.
3- Per cosa vale la pena vivere? Per me, come sono oggi.
4- Cosa vorresti trovare ora fuori dalla tua porta? Un gattino nero tutto per me.

5- Cosa è irrinunciabile? La realizzazione personale e la propria indipendenza.
6- Chi butteresti giù dalla torre? Chi ha fatto delle promesse e non le ha mantenute e chi per ignoranza c’ha creduto.
7- Se ti guardi allo specchio, qual’è la prima cosa che noti? Gli occhi. Me li guardo sempre.
8- Sei soddisfatto del tuo percorso di vita? Si. Solo che fino a qualche anno fa non lo sapevo.
9- La felicità che colore ha? E’ arancione.
10- Perchè sei mio follower? Voglio che tu dica il meglio ed il peggio del mio blog… Voglio e
devo migliorare. Perché mi piacciono i tuoi quadri e perché mi ritrovo dietro al loro significato. Perché provocano, come piace a me.

E questa è fatta. Vi dico la verità: ho una passione per le domande. Sarà che un pochino sono egocentrica (e questo perdonatemelo!), ma amo rispondere alle domande. Quando non c’è invadenza, ovviamente!

Ora dovrei nominare dieci blog con meno di 200 follower, tuttavia anche io mi sento di fare come Nunzia: indipendentemente dal numero, nomino i blog che in assoluto mi stanno più a cuore. Noterete che sono solo sei il che avvalora la tesi che con questi c’è un legame quasi storico e affettivo. Ovviamente, se gli altri volessero rispondere, sono moooooolto curiosa di leggere…quindi fatelo pure tra i commenti, o linkatemi il post in cui avete risposto, che corro a sbirciare. Sarebbe bello se partecipaste. Le mie domande per voi:

1) Se dovessi descrivere il tuo blog in poche parole
2) Il viaggio che ti ha cambiato la vita
3) Il viaggio che deve ancora venire
4) Cosa ti piace della città in cui vivi e cosa non ti piace.
5) Il libro che ti ha cambiato la vita
6) La poesia in cui ti ritrovi
7) La canzone in cui ti ritrovi
8) Il cantautore in cui ti ritrovi
9) Gli anni più difficili per il nostro paese…
10)..e quelli più belli

Nomino e spero mi faranno l’onore di partecipare:

Massimo Botturi
Panirlipe’s weblog
Pornodidattica (eddaiiii partecipaaaa!!!!)
Cosa ti preparo per cena
OmbreFlessuose
La ferita del caffè

Passo ad annunciarvi la lieta novella!
A presto cari vicini di blog!

8 risposte a *LIEBSTER AWARD*

  1. nunziatullio scrive:

    Mi piace l’indipendenza e la felicità… ARANCIONE!
    Grazie.

  2. massimobotturi scrive:

    che onore Marianna
    🙂

    dammi solo un po’ di tempo, che sono incasinatissimo e risponderò a tutto.

    grazie, un abbraccio

  3. wwayne scrive:

    Mi piacciono tutte e 20 le domande (sono interessanti senza essere invasive), e quindi mi permetto di rispondere.
    1- Cosa ti ha spinto ad aprire il blog? Volevo dare spazio a libri e film che hanno avuto meno successo di quanto meritassero. Sapere che c’é qualcuno che li scopre grazie a te é sempre una grande soddisfazione. : )
    2- Alzati, guarda fuori dalla finestra e dimmi cosa vedi. Alcuni condomini.
    3- Per cosa vale la pena vivere? Per le tante bellezze che ci circondano.
    4- Cosa vorresti trovare ora fuori dalla tua porta? Il sole.
    5- Cosa è irrinunciabile? Gli amici.
    6- Chi butteresti giù dalla torre? Anch’ io le persone invidiose. L’ invidia é il sentimento più distruttivo che esista, tira fuori il peggio delle persone.
    7- Se ti guardi allo specchio, qual’è la prima cosa che noti? I miei capelli. Quando mi sveglio la mattina ce li ho tutti spettinati. : )
    8- Sei soddisfatto del tuo percorso di vita? Sono troppo perfezionista per essere soddisfatto.
    9- La felicità che colore ha? Bianco.
    10- Perchè sei mio follower? Non lo ero prima di incappare in questo tuo post, ma ho rimediato subito! : )

    1) Se dovessi descrivere il tuo blog in poche parole: E’ un blog che parla di libri e film che hanno avuto meno successo di quanto meritassero.
    2) Il viaggio che ti ha cambiato la vita: Barcellona.
    3) Il viaggio che deve ancora venire: La Francia.
    4) Cosa ti piace della città in cui vivi e cosa non ti piace: Mi piace l’ arte, non mi piace la megalomania dei suoi abitanti.
    5) Il libro che ti ha cambiato la vita: “Il ballo tondo” di Carmine Abate. E’ un libro che scalda il cuore, che ti fa sentire una persona migliore.
    6) La poesia in cui ti ritrovi: “Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale” di Eugenio Montale.
    7) La canzone in cui ti ritrovi: “Don’t stop me now” dei Queen.
    8) Il cantautore in cui ti ritrovi: Franco Battiato.
    9) Gli anni più difficili per il nostro paese… La seconda guerra mondiale.
    10)..e quelli più belli: Il boom economico.

  4. pani scrive:

    Uh! Che onore! Però lo sai quanto sono schivo e poco incline alle premiazioni, per cui rispondo qui, anche se è difficile trovare le giuste risposte.

    1) Se dovessi descrivere il tuo blog in poche parole
    Pensieri rari e furtivi, come dice il sottotitolo. In realtà è il posto dove cerco di dare sfogo alle mie passioni e a quelle che nascono

    2) Il viaggio che ti ha cambiato la vita
    Non saprei, tutti i viaggi portano piccoli cambiamenti. Per me è stato importante il primo viaggio che ho fatto tutto solo a Venezia quando avevo 17 anni, come l’ultimo a Istanbul di un mese fa.

    3) Il viaggio che deve ancora venire
    Ce ne sono troppi…ma la scelta dipende sempre dall’umore. Periodicamente sono attratto dagli estremi, uno dei miei sogni era quello di partire per Capo Nord con i figli, prima che diventassero troppo grandi. E questo sarebbe il momento giusto.

    4) Cosa ti piace della città in cui vivi e cosa non ti piace.
    il pizzico di follia veneta, che qualcuno mi ha fatto notare (e poi, come dice il proverbio, “veronesi tuti mati”.
    Non mi piace la doppia morale, il pensiero fisso al denaro, la paura dei diversi, la giunta leghista, la troppa gente, l’inquinamento

    5) Il libro che ti ha cambiato la vita
    Come nella domanda dei viaggi…difficile rispondere. Ogni libro porta un piccolo cambiamento, magari subito non si capisce dove ma c’è.

    6) La poesia in cui ti ritrovi
    Con la poesia ho un rapporto molto controverso. Però c’è una poesia, fra le tante, che ogni tanto rileggo e cerco di fare mia. Si tratta di “Tattica e strategia” di Mario Benedetti. Tuttavia mi piacciono molto i singoli versi di altre poesie, ad esempio “piove dolcemente sulla città”. Oppure, ecco, una poesia in cui mi piace annegare è è quella di Saffo:
    “Gli astri intorno alla luna
    bella
    celano il chiaro viso
    quando, colma di lume, più dilaga sopra la terra”.

    7) La canzone in cui ti ritrovi
    Uff…una sonata di Bach. Si svolge su binari precisi e ogni tanto c’è uno scarto.

    8) Il cantautore in cui ti ritrovi
    Uff…Uff…non lo so, non ho mai amato i cantautori. Diciamo Conte?

    9) Gli anni più difficili per il nostro paese…
    QUeli che devono arrivare

    10)..e quelli più belli
    Gli anni 50/60. Le famiglie prolificavano perché erano piene di speranza.

  5. bedda vagnona, intanto grazie del pensiero!
    ecco le mie risposte:

    1) nelle mie intenzioni lo confeziono come fosse una crostata di amarene, ma ovviamente non sta a me dire se la ricetta è riuscita o no🙂

    2) Quello a Trieste nell’agosto 2012. Un viaggio vissuto con tutta l’energia che può avere un animale quando sta cambiando pelle.

    3) Quello che mi riporterà nello stregonesco Nord Est.

    4) Vivo da pochissimi giorni a Roma, per cui la mia risposta va presa con le pinze. La cosa più bella: le persone, sconosciute, che in autobus si prodigano a darti indicazioni per raggiungere il luogo in cui devi andare. La più brutta, lo stress e l’aggressività palpabile alla fermata di alcuni autobus.

    5) I primi due che mi vengono in mente, “Opinioni di un clown” e “C’era una volta l’amore ma ho dovuto ammazzarlo”, e poi “La banda dei brocchi”, “Circolo chiuso” e “L’amore non guasta”.

    6) Sachliche Romanze di Erich Kästner .

    7) Day off dei Diaframma.

    8) Francesco De Gregori, ma anche Enzo Jannacci.

    9) Gli anni di piombo, presumo, e quelli che stiamo vivendo.

    10) Gli anni de “Pane, amore e fantasia” e “L’oro di Napoli”.

  6. fracatz scrive:

    a questo punto è chiaro che dovrò farlo e siccome sono settimanale e domani è troppo presto, l’uscita fra otto giorni mi sembra buona

  7. massimobotturi scrive:

    1) Se dovessi descrivere il tuo blog in poche parole
    Una sorta di diario di bordo, tenuto con un minimo di cura e gusto, che lascia trasparire pubblicamente una parte di me.

    2) Il viaggio che ti ha cambiato la vita
    Non ho viaggiato molto in effetti, ma ho tratto da ogni esperienza materiale di arricchimento importante.
    Ricordo con molto piacere un tour europeo svolto in Pullman, che mi ha permesso di utilizzare gli spostamenti come parte essenziale del viaggio stesso. L’impatto con Los Angeles e alcuni frammenti californiani, sia pure sfiorati nelle pause di lavoro, è stato formidabile e difficilmente descrivibile; decisamente poco sogno americano comunque.

    3) Il viaggio che deve ancora venire
    Attraversare gli USA sulla Route 44, ma considerando che rimarrà un desiderio probabilmente inappagato, ne potrei aggiungere molti altri (Cina storica, Australia, Canada)

    4) Cosa ti piace della città in cui vivi e cosa non ti piace.
    Vivo in un piccolo comune alle porte di Milano, molto arioso, verde, ben curato e amministrato.
    Non mi piace ciò che questi comuni rappresentano per un pendolare, dormitori più che altro.

    5) Il libro che ti ha cambiato la vita
    La lista dovrebbe essere lunghissima, ma la domanda è specifica. Allora rispondo “Un Uomo”
    Di Oriana Fallaci, là dove per “cambiato la vita” intendo acceso la scintilla che mi ha fatto interessare, prima, e amare poi, la letteratura.

    6) La poesia in cui ti ritrovi
    Rispondere qui è ancora più difficile, Neruda è stato il mio primo amore, e la poesia “Nuda” un riferimento fondamentale, per la sua carica vitale, la passione e nello stesso tempo la garbatezza.
    Ma è solo uno degli aspetti, mi riconosco praticamente in ogni testo che suscita in me la coscienza di chi, e cosa sono, in rapporto agli altri e all’esistenza.

    7) La canzone in cui ti ritrovi
    “Anna e Marco” di Lucio Dalla. Sembra composta sulle mie vicende.

    8) Il cantautore in cui ti ritrovi
    De Andrè rappresenta un caposaldo sicuramente, per la capacità di scrittura, l’eleganza, il coraggio, e la ricerca.

    9) Gli anni più difficili per il nostro paese…
    Immagino quelli del periodo bellico, anche se per chi lavora, oggi, non si prospetta uno strepitoso avvenire.

    10)..e quelli più belli
    Secondo me quelli del boom economico degli anni ’60. Dinamismo, capacità di reddito e fiducia nel futuro hanno permesso alla generazione dei miei genitori di acquistare una casa, di aiutare me nel mio percorso di vita e di formazione, e di mettere qualche soldino da parte per la vecchiaia.
    Cosa che oggi vedo sempre più difficile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: