Piccolo elenco senza pretesa di esaustività

Meno male che ci sono le cose belle, le vecchie sulle sedie di paglia, le discese, i sanpietrini, i moli, il Sole che ci batte sopra, i vicoli in salita, i passaggi con le porte ad arco, l’odore delle noccioline tostate, l’acqua leggermente frizzante, la CocaCola sgasata, le cose amare, le terrazze, le amache in giardino, i gatti con la coda, quelli senza la coda, i gatti, le vacanze quando stanno per iniziare, le vacanze quando stanno per finire, gli autobus, i viaggi in treno e le attese in aeroporto, le mani sottili e i pollici corti, le scarpe bianche, i libri di Tabucchi e i ritorni, le scuse, i sassolini nell’acqua, l’uva fragola e le isole e la Sardegna e Ponza e tutte quelle case colorate, le persone buone, quelle divertenti e quelle buone e divertenti insieme, la chitarra acustica e lo spartito di Tequila e Bonetti, Venditti al pianoforte, che è divertente da suonare e il sugo che ribolle, le donne di casa in cucina e la domenica quando è festa, gli amici ritrovati e quelli mai perduti, gli uomini che ci provano e quelli che se ne vanno, le mani sulle ginocchia e quelle sui fianchi, il sesso, i vaffanculo ben assestati e i nomi, chiamati per intero, l’autunno, le foglie che scrocchiano e le candele, il mio profumo preferito, Eau d’Orange Verte e GrigioPerla, che se siete uomini, provateli, ma anche se siete donne, il mondo, i viaggi, le città che devo vedere e il cioccolatino sulla Swiss, le decorazioni di Natale, i viaggi di inverno e i cappelli flosci, la primavera che arriva, l’odore del caprifoglio e la sabbia bagnata sotto i piedi bianchi, i pantaloni arrotolati, le gambe lisce, le cosce aperte, le preghiere, i poeti, gli uomini innamorati e quelli ricambiati, i film che finiscono bene, i pinguini e i cavalli, Perla, il corallo e i cuscini, le terrazze in calce bianca, la calce bianca, l’odore dei libri nuovi, le orecchie nei quaderni, le matite e le parole gentili, i complimenti, i complimenti pensati, i complimenti sentiti, i capelli lunghi e quelli corti sulle donne magre, le gonne lunghe tra le mani, Battiato, Alexander Platz e il grigio vicino al rosa, o il grigio vicino al bianco, i colori, gli sguardi che sfuggono, la musica a alto volume, le canzoni a squarciagola in macchina, i Queen, le frasi sussurrate, le dediche sui libri,gli occhiali sul naso, tu. Tutte le cose belle sei tu.

M.

2 risposte a Piccolo elenco senza pretesa di esaustività

  1. fracatz scrive:

    i sanpietrini????
    magari per tirarli in testa a qualcuno/a

  2. salinaversosud scrive:

    E dei due non sei tu, quello che porta i tacchi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: