Il silenzio dei bambini

Con le loro mani lunghe

come radici e le facce bonarie,

lucide come medaglie.

Da un lato padri,

dall’altro aguzzini,

contorcono la faccia,

e digrignano i denti:

sforzo estremo di tenerti,

mentre sbatti i piedi

per salire in superficie.

E tornano alla loro

innocua liscezza,

come sassi di uno stagno.

Immobili, silenti,

ristoro per le rane,

alimento per i pesci.

Velluto, orchidee.

E’ tutto bellissimo,

anche loro.

Tu sei in salvo.

O forse no.

Forse hai solo esagerato.

Forse eri pazza.

 

M.

Una risposta a Il silenzio dei bambini

  1. fracatz scrive:

    probabilmente la seconda

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: